5 cose da sapere sulla Cina

Cina 5 cose

Il mito dell’Occidente

La Cina è rimasta isolata dal resto del Mondo per tanto tempo a causa delle idee conservatrici che hanno preso il sopravvento. Per questo motivo, anche se ormai sono passati decenni dall’apertura, ancora si notano i segni del passato.

Per i cinesi l’Occidente è un mondo meraviglioso. Anche se sono molto nazionalisti e vanno fieri della potenza che sta diventando la Cina, considerano l’Europa e l’America come scrigni segreti e impenetrabili.

Guardano oltre il confine come ad un mondo a loro sconosciuto, quasi impossibile da raggiungere, e rimangono affascianti quando scoprono da che Paese provieni.

Per questo motivo aspettati tanti complimenti! Il loro preferito è “Beautiful”, unica parola inglese che sanno probabilmente. Se si guardano tra loro e ridono non preoccuparti, non stanno parlano male di te. È il loro modo per esprimere entusiasmo e apprezzamento.

La lingua

Il primo ostacolo sicuramente è la lingua.

Sono ancora tanti i cinesi che non parlano inglese, nemmeno le basi. È troppo distante dalla loro lingua madre per studiarla solamente tre ore a scuola.

Se hai deciso di affrontare un viaggio in Cina devi prepararti a non capire nulla. Devi prepararti alle difficoltà anche nelle situazioni più semplici, quali fare la spesa o prendere un taxi. Devi prepararti anche a comunicare a gesti per farti capire.

Inoltre il dialetto va ancora per la maggiore: in ogni città se ne parla uno diverso. Anche tra cinesi stessi, se provenienti da zone opposte della Cina, non si capiscono e questo è confortante per chi sta cercando di migliorare il proprio livello di cinese.

Quando si trovano di fronte ad un Occidentale, non tutti i cinesi purtroppo sono disposti ad aggiustare il tiro e parlare il mandarino, la lingua ufficiale di Pechino.

Altro fattore curioso sono le indicazioni. Ne vedrai delle belle nelle traduzioni inglesi improvvisate tappezzate per tutta la città.

In metro in Cina
In metro in Cina

Taxi

Il mezzo più usato in Cina è sicuramente il taxi, cosa che in Italia abbiamo scordato un po’. È il mezzo più rapido, comodo, sicuro e sempre disponibile. I taxi si trovano ovunque e a qualsiasi ora, anche di notte. Li riconosci dalle auto azzurro chiaro e la scritta taxi sul tettuccio appostate agli angoli delle strade, fuori dai locali e nelle zone più bazzicate.

Se ti fermi all’angolo della strada per cercare di chiamare un taxi, e un’auto diversa da quella descritta sopra accosta e ti chiede dove sei diretto, non vuole farti del male, vuole solo lavorare. Questi sono gli abusivi e, se non ti fidi, puoi declinare cortesemente. Basandomi sulla mia esperienza, questa situazione è molto più frequente nel Sud della Cina, piuttosto che al Nord.

Se vuoi conformarti completamente allo stile di vita cinese, allora esiste un’applicazione simile ad Uber, chiamata Didi, con la quale è possibile chiamare e selezionare la tipologia di servizio che preferisci, dal taxi al privato (non abusivo).

Guidano come dei pazzi, ma raramente ho visto incidenti gravi. Si sanno muovere bene, schivando ogni movimento improvviso di altre auto. Forse questo sistema funziona proprio perché non hanno una regola.

In taxi in Cina
In taxi in Cina

Sicurezza

Dall’esperienza che ho accumulato in merito ai viaggi, posso confermare che la Cina è uno dei luoghi con il livello di sicurezza più alto al Mondo.

Non mi sono mai sentita a disagio, nemmeno di notte. Mi è capitato di prendere il taxi da sola dopo una serata, ma il tassista, colpito e quasi imbarazzato dal fatto che avessi lineamenti diversi dai suoi, mi ha riempito di domande, di quelle che mettono in dubbio anche te stesso.

Camminando per le strade si respira aria di sicurezza, finché non ti avvicini al ciglio della strada. La precedenza ai pedoni non è scritta nel codice della strada cinese, quindi non aspettarti che qualcuno si fermi per farti passare. Sulla strada il pedone è all’ultimo posto e vale la legge del più forte.

A parte questo ‘piccolo’ dettaglio, in Cina non può farti del male nessuno (parlo soprattutto alle fanciulle). Ti guardano, quello sì, ma soprattutto perché, come ho specificato prima, ti considerano una creatura rara ed intoccabile.

Puoi partire senza alcun timore.

Ti piace l’articolo? Salvalo su Pinterest!

5 cose sulla Cina
5 cose sulla Cina

Street food

Sei diffidente perché credi che le norme igieniche non rispettino gli standard. Questo fattore, purtroppo, è vero, ma non siamo noi troppo esigenti a volte?

L’Asia è lo street food per eccellenza. Se mi chiedessero qual è la prima cosa che mi viene in mente pensando a questo continente è proprio il cibo da strada.

I ristorantini tipici cinesi, quelli in cui mangi con due euro, non si fanno troppi problemi con la pulizia. Fortunatamente è tutto cotto, il che è un vantaggio per chi sta sperimentando.

Dopo i primi tempi il nostro corpo si abitua allo street food cinese e alla fine ti chiederà in ginocchio dei xiaolongbao (delle specie di ravioli ripieni di carne o verdure) o un chaofan (riso saltato con verdure e uovo).

Ho mangiato per due anni solo in questo genere di posticini molto tradizionali come una vera cinese e sono ancora viva!

Non si può vivere con la paura di stare male, altrimenti si rischia di avere dolori psicosomatici. Quindi lanciati, vivi e sperimenta nuovi sapori.


Baozi e zuppa di fagioli rossi
Baozi e zuppa di fagioli rossi

Vuoi scoprire qual è il ristorante più buono di tutta la Cina? Leggi l’articolo precedente sul blog Viaggiando a Testa Alta e vieni a scoprire il mio sito bridgertravels.com in cui parlo di Cina e di viaggi.

Ti aspetto!

Guest post di Margherita Marchesi

Barra Aereo

Non dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *