Come richiedere l’ESTA per gli Stati Uniti?

Come richiedere l'esta

Come richiedere l’ESTA per entrare negli Stati Uniti? Sembra un’operazione lunga e difficile.

In realtà, non lo è. Personalmente, ho impiegato solo 15 minuti.

Vediamo insieme come fare.

Come richiedere l’ESTA per gli Stati Uniti: Il sito web e la richiesta dell’ESTA

La procedura si effettua totalmente online. Ecco l’elenco di ciò che avrai bisogno:

  • passaporto;
  • indirizzo e numero di telefono di un contatto negli Stati Uniti;
  • generalità di una persona da contattare in caso di emergenza.

Il sito a cui ti dovrai recare è: https://esta.cbp.dhs.gov/esta/

La prima schermata che ti compare è:

Come richiedere l'Esta - Schermata 1
Come richiedere l’Esta – Schermata 1

Per avere tutta la pagina in italiano, clicca in alto su Change Language e seleziona Italiano.

Qui ovviamente dovrai cliccare su New Application.

In seguito,

Come richiedere l'ESTA - Schermata 2
Come richiedere l’ESTA – Schermata 2

puoi scegliere tra domanda individuale o di gruppo. Qui farò riferimento all’applicazione per una sola persona, come solitamente avviene.

Come richiedere l'ESTA - Schermata 3
Come richiedere l’ESTA – Schermata 3

In questa schermata vieni avvisato che dopo questo passaggio entrerai in pagine del sistema informatico del Dipartimento di Sicurezza degli Stati Uniti e che quindi sei consapevole dei rischi in caso di informazioni rilasciate non veritiere. Ovviamente, dovrai cliccare Conferma & Continua.

Come richiedere l'ESTA - Schermata 4
Come richiedere l’ESTA – Schermata 4

Alcune precisazioni riguardo la natura del visto, dovrai selezionare per tutte.

Inizia ora la parte fondamentale della richiesta dell’ESTA:

Come richiedere l'ESTA - Schermata 5
Come richiedere l’ESTA – Schermata 5

Fai attenzione ad inserire i dati (Cognome, Nome, Secondi Nomi o Alias) così come compaiono sul passaporto.

Come richiedere l'ESTA - Schermata 6
Come richiedere l’ESTA – Schermata 6

Qui la parte principale è fare molta attenzione ad inserire correttamente i dati del passaporto (numero, data di rilascio e data di scadenza).

Come richiedere l'ESTA - Schermata 7
Come richiedere l’ESTA – Schermata 7

Area dedicata alle persone con doppia cittadinanza attuale o passata, bisogna indicare, infatti, sia se, al momento della richiesta dell’ESTA, si è cittadini di altri Paesi, sia se lo si è stati nel passato.

Che cos’è il CBP Global Entry Program?

Anche io mi sono posta questa domanda, quando sono arrivata a questo punto. Mi sono, quindi, documentata.

CBP Global Entry Program è un programma sviluppato dall’autorità che gestisce le dogane negli Stati Uniti (U.S. Customs and Border Protection) per velocizzare le procedure di ingresso nel Paese.

Gli iscritti al programma, una volta atterrati negli USA, possono dirigersi direttamente presso i chioschi automatizzati dedicati al Global Entry ed evitare così di perdere tempo al controllo passaporti ed alla fila per la consegna delle dichiarazioni doganali. Si dovrà presentare un passaporto leggibile a macchina, appoggiare le dita sull’apposito scanner per la presa delle impronte e compilare una dichiarazione doganale.

I chioschi del programma sono attualmente presenti in molti aeroporti statunitensi, come Orlando, Washington e Miami.

Per la lista completa, ti consiglio di visitare direttamente il sito del programma (Global Entry).

Al programma, purtroppo, possono iscriversi solo i cittadini di: Stati Uniti, Colombia, Regno Unito, Germania, Olanda, Panama, Singapore, Corea del Sud e Messico.

Speriamo arrivi presto un accordo anche con l’Italia.

La richiesta di iscrizione può essere fatta direttamente sul sito (esattamente qui).

Ad ogni domanda presentata dovrai pagare una fee (tassa) non rimborsabile di 100$ (circa 90€). In seguito, gli uffici valuteranno la tua richiesta e, se approvata, ti contatteranno per fissare un colloquio (la cosiddetta interview).

barra aereo
Come richiedere l'ESTA - Schermata 8
Come richiedere l’ESTA – Schermata 8

Proseguiamo la nostra compilazione della domanda per l’ESTA. In questa parte, dovrai indicare il nominativo dei genitori e le tue informazioni di contatto (indirizzo, numero di telefono ed email).

Come richiedere l'ESTA - Schermata 9
Come richiedere l’ESTA – Schermata 9

Qui, devi inserire le informazioni relative al tuo impiego. Il campo Telefono non è obbligatorio.

Come richiedere l'ESTA - Schermata 10
Come richiedere l’ESTA – Schermata 10

Qui potrai iniziare ad avere qualche problema… Non scoraggiarti!

Nella prima parte è necessario inserire le informazioni di contatto della tua base negli Stati Uniti.

Ti consiglio di inserire il nome, l’indirizzo ed il numero di telefono del primo hotel o luogo in cui soggiornerai.

La seconda riguarda l’indirizzo di riferimento negli Stati Uniti.

Ti consiglio di mettere la spunta sul quadratino, in modo che vengano riprese le informazioni compilate nella parte precedente.

Come richiedere l'ESTA? - 11
Come richiedere l’ESTA? – 11

Qui dovrai fornire le generalità di una persona di riferimento al di fuori degli Stati Uniti.

Ti consiglio, ovviamente, di informare la persona che inserirai in questo campo.

Come richiedere l'ESTA - Schermata 12
Come richiedere l’ESTA – Schermata 12

Anche questa parte va compilata molto accuratamente. Come avrai sicuramente intuito, la risposta a tutte queste domande dovrebbe essere “No”.

Come richiedere l'ESTA - Schermata 13
Come richiedere l’ESTA – Schermata 13

Attenzione!! Degli ultimi due quadratini dovrai spuntare solo il primo. Il secondo è riservato ad una terza parte (come un’agenzia viaggi) che presenta la domanda del visto per conto di qualcun altro (generalmente un cliente). Presuppongo, quindi, che se mi stai leggendo, starai richiedendo l’ESTA per tuo conto, se non dovesse essere così, leggi attentamente la dicitura accanto al secondo quadratino prima di procedere.

Come richiedere l'ESTA - Schermata 14
Come richiedere l’ESTA – Schermata 14

Siamo quasi arrivati alla fine!

Prima della schermata riportata sopra, ci saranno delle finestre che conterranno un riepilogo dei dati immessi in precedenza. Dovrai controllarli accuratamente e, solo nel momento in cui saranno perfettamente corretti, andare avanti.

Alla fine ti verrà richiesto di reinserire i dati del tuo passaporto e la tua data di nascita per conferma.

Siamo ora alla schermata precedente al pagamento. Controlla nuovamente che i dati inseriti siano corretti.

Insisto su questa parte del controllo perchè, trattandosi di documenti ufficiali internazionali, un minimo errore, anche per sbaglio, può portare a problemi, a volte, molto gravi.

Il visto per accedere agli Stati Uniti non è gratuito, come, invece, avviene in altri Paesi (vedi l’Australia).

Ha un costo di 14$ (circa 13€). 

Il pagamento deve avvenire entro 7 giorni dalla data della richiesta e può essere effettuato tramite carta di credito o PayPal.

Come richiedere l'ESTA - Schermata 15
Come richiedere l’ESTA – Schermata 15

Come si può vedere in questa immagine, i circuiti di credito accettati sono: Visa, Mastercard, American Express etc.

Si raccomanda, inoltre, di non procedere successivamente ad un blocco della transazione (sia tramite PayPal che tramite carta), pena l’annullamento dell’intera procedura.

Una volta effettuato il pagamento (e dopo qualche minuto di attesa), ecco qui la schermata che ti conferma o meno l’emissione del visto.

Come richiedere l'ESTA - Schermata 16
Come richiedere l’ESTA – Schermata 16

Salva e stampa questa pagina, sarà quella che dovrai portare con te in viaggio. 

Anche se all’interno del sito c’è scritto che le autorità statunitensi hanno tutto salvato elettronicamente, la prudenza non è mai troppa!

Come richiedere l’ESTA per gli Stati Uniti: Cosa succede se il visto mi è stato rifiutato?

Se ti è stato rifiutato il visto, visita immediatamente il sito www.travel.state.gov .

Sicuramente dovrai recarti all’Ambasciata americana in Italia a Roma, ma per maggiori dettagli ti consiglio di affidarti ad un agente di viaggio.

Come richiedere l’ESTA per gli Stati Uniti: Quanto vale l’ESTA?

Una volta ottenuto l’ESTA, l’autorizzazione per entrare negli USA vale per due anni (salvo revoche) dalla data di emissione oppure fino alla data di scadenza del passaporto, se è anteriore.

La data di scadenza esatta appare alla fine della procedura ed è presente sulla schermata che, sicuramente, avrai già salvato e stampato. Per qualsiasi necessità puoi consultarla.

Dalla data di rilascio, l’ESTA può essere usato per entrare più volte negli Stati Uniti e l’eventuale scadenza durante un soggiorno, non comporta problemi al momento della partenza.

Il periodo massimo di soggiorno è di 90 giorni.

Per un viaggio più lungo non è possibile utilizzare questo visto, ma bisogna rivolgersi all’Ambasciata o ad il Consolato più vicino per richiederne un’altra tipologia.

Se, nel corso dei due anni di validità, viene richiesto un nuovo passaporto oppure vengono apportate delle modifiche al proprio nome o paese di cittadinanza, deve necessariamente essere richiesta una nuova autorizzazione.

Come richiedere l’ESTA per gli Stati Uniti: Quanto prima del viaggio devo richiedere l’ESTA?

Non c’è nessun limite di tempo riguardo la richiesta dell’ESTA, l’importante è che avvenga prima dell’ingresso negli Stati Uniti.

Normalmente la procedura richiede circa 15 minuti, ma, per alcuni controlli particolari, può richiedere qualche giorno.

Consiglio, quindi, di richiederlo almeno 72 ore prima della partenza.

Come richiedere l’ESTA per gli Stati Uniti: Per quanto tempo vengono conservati i dati?

Essendo i dati raccolti in modo non cartaceo (il cosiddetto I-94W), per la legge americana, i dati associati all’ESTA verranno conservato per 75 anni.

Barra Aereo

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo sui social e, se hai bisogno di qualsiasi altra informazione, non esitare a contattarmi. Ricordati di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per non perdere nessuno dei miei articoli.

Se vuoi essere aggiornato in anteprime sui prossimi viaggi puoi anche iscriverti alla newsletter. Trovi il form nella barra laterale.

Kiss Kiss,

Cassandra

#Viaggiando A Testa Alta

45 Replies to “Come richiedere l’ESTA per gli Stati Uniti?”

  1. Articolo utilissimo per chi viaggia verso gli U.S.A., anche perchè sono molto fiscali ed è bene arrivare preparati. Grazie

    1. Salve, avrei bisogno di un’informazione. Prima di finire su questa pagina ho provato a fare una richiesta di gruppo per me ed il mio fidanzato, ma sono tornata indietro in quanto non sapevo quale delle due voci fra “aggiungi una nuova domanda” o “aggiungi una domanda non pagata” dovessi scegliere. Tornando indietro e non avendo ricevuto nessuna mail, ho scelto l’opzione INDIVIDUALE. Quando sono arrivata al termine, mi è arrivata l’email con il codice identificativo del gruppo creato, dove c’era solo ed esclusivamente il mio nome, cognome e data di nascita. Terminata la domanda individuale, l’esito è stato il seguente “L’autorizzazione richiesta è al momento sotto esame in quanto non è stato possibile procedere con una risoluzione immediata.
      Questa risposta non indica necessariamente che la richiesta sarà respinta. Una decisione sarà presa entro 72 ore. Si prega di
      tornare sul sito e visualizzare lo stato della richiesta ESTA precedentemente inoltrata per un gruppo di due o più persone.”
      Ora, sapete per caso come posso eliminare la precedente domanda di gruppo, che oltretutto risulta vuota? (perchè sono uscita prima di inserire qualunque dato)

      Spero che qualcuno possa aiutarmi. Ho mandato una mail anche al servizio clienti, perchè la chat non era disponibile.

      Grazie in anticipo

      Ilaria says:
      1. Ciao Ilaria, guarda a me non è successo perché ho fatto due application separate. Sicuramente ti è arrivata quella mail perché il sistema ha individuato il tuo nome due volte. Hai fatto bene ad inviare la richiesta al servizio clienti. Credo che sicuramente domani riceverai una risposta. Fammi sapere.

      2. Ciao Ilaria sono Raffaello, anche io ho fatto come te un po’ di casino, alla fine tu hai risolto se si come? Grazie

        Raffaello says:
  2. Questa si che è una guida utile e dettagliata per non perdersi in mezzo ai passaggi burocratici! Informazioni preziose ?

  3. Spero di doverlo chiedere il prossimo anno perché significherebbe un bel viaggetto negli States! Se non ricordo male ci sono domande anche sui paesi visitati in precedenza e nel caso ci fossero alcuni non graditi si deve chiedere il visto all’ambasciata.

  4. Ho richiesto l’ESTA 2/3 volte nel corso degli anni ed effettivamente è come dici te, è una procedura molto semplice e rapida! Ma questo articolo sarà sicuramente molto utile a chi è poco pratico, per cui bravissima!! 🙂

  5. Utilissimo per il prossimo voaggio “fai da te” negli States…visto che il primo e unico era tutto organizzato!

  6. Bellissimo post. Spiega in maniera veramente dettagliata come poterlo avere. Grazie e mille

    mariacarla says:
  7. Info molto utili. Vorrei un giorno andare a New York, quindi mi ricorderò che da te trovo le info meglio che in qualsiasi ufficio :-D.

  8. Questa è una vera e propria guida per gestire da sé questa parte burocratica in previsione di un viaggio negli States. Utile davvero! 🙂

  9. Volevi un agente di viaggio ? Eccolo!
    Piccola deformazione personale… da mia esperienza se posso vorrei aggiungere:
    1- richiedetelo quanto prima , non aspettate 3/4 giorni. Molte volte viene autorizzato nel giro di poche ore ma io non rischerei: il fatto è che può succedere che non venga convalidato, per svariati motivi (omonimie, nr di passaporto che non passano correttamente ecc). In caso di rifiuto la procedura potrebbe essere lunga e articolata – mai provato a prendere un appuntamento al Consolato?!? – perciò rischiate di far saltare il viaggio.
    2- l’ ESTA è sì valido due anni però, per maggior correttezza, dovrebbe essere aggiornato in vista di ogni partenza con i dati del nuovo soggiorno (hotel di arrivo ecc).
    3- affidatevi SOLO al portale ufficiale indicato dal post di Cassandra : ci sono anche dei fake in giro..quindi occhio!
    4- Fate l’ESTA e … Buon Viaggio!!!
    Post utilissimo e di gran praticità, brava Cassandra 🙂

    Stella Nieri says:
    1. Brava Cassandra, ottima guida! Ho compilato proprio ieri l’Esta per noi 3! 🙂
      Stella ha fatto benissimo a precisare dei portali fake… ieri pomeriggio mentre inserivamo i dati, per uno dei 3 permessi siamo finiti su uno di questi siti farlocchi, stessa grafica, primo risultato in Google, stesso tutto, ma un prezzo decisamente superiore… 85$!! Che rabbia!!!

      1. Ciao Paola, mi spiace veramente tanto per quello che è successo. Su vari gruppi ho letto anche che alcune agenzie viaggi chiedevano 50€ per l’ESTA, credo che sia veramente una truffa.

        1. Da agente di viaggi, posso dirti che è a discrezione dell’operatore/agenzia. Comunque io l’ho sempre fornito a prezzo di costo, semplicemente dando un valore aggiunto al servizio di prenotazione del viaggio/biglietto aereo. Anche perché è una procedura piuttosto semplice, se vogliamo, ma anche molto delicata e qualcuno potrebbe preferire affidarsi a un professionista (onesto). Ho spezzato una lancia a favore della categoria? Ma sì , dai… 😉

          Stella Nieri says:
          1. Stella hai ragione. Aggiungere qualcosa per il servizio è giusto, ma far pagare più del doppio del costo mi sembra proprio esagerato. Era inteso in quel senso ?

  10. Articolo molto utile, mi sono sempre chiesta come funzionasse effettivamente con l’ESTA. Non sono una grande fan degli USA ma finora ho anche sempre evitato di fare scali negli Stati Uniti per non dover fare l’ESTA. Il fatto che vada fatta solo dopo aver preso il volo e la possibilità che venga rifiutata mi terrorizzano!

  11. Ciao e grazie per l’articolo 🙂 ho trovato diversi siti online come https://www.esta.it e mi chiedevo quale fosse la differenza rispetto al link che hai citato; ho letto di agenzie esterne con commissioni, ma che vantaggio c’è? Potrebbero accelerare il processo di autorizzazione? P.S. se qualcun altro ne ha idea, accetto risposte.

    omaggi.net says:
    1. Tutti quei siti diversi da quello che ho indicato sono dei fake che ti possono chiedere numerosi commissioni in più od, in qualche caso purtroppo, rubare i tuoi dati personali. Fai attenzione ed affidati solo al sito del governo americano che ho indicato. Non c’è nessuna accelerazione del processo, che già con il sito ufficiale è di qualche ora, se non ci sono problemi.

  12. Finalmente una guida passo passo per L’Esta!! Complimeneti è proprio ben fatto, anche se manca la parte più importante… CHE POI SI SARA’ FINALMENTE IN VACANZA IN AMERICA !!! ahahah

    1. Beh diciamo che la vacanza in America è un po’ il sogno di molti! Questa guida permette di fare il primo passo verso questo obiettivo senza incorrere in problemi!

  13. Procedura molto semplice e veloce! La cosa più antipatica è stata all’arrivo in aeroporto per il controllo ESTA, file interminabili!

    Chiara says:
  14. Impossibile non fare l’Esta con questa guida dettagliatissima. Complimenti, credo che nemmeno il sito USA poteva fare meglio. Brava

  15. L’ho appena richiesto, ma questo articolo mi ha confermato che sono andata nel sito giusto e ho fatto tutto nella maniera esatta. Ben fatto! 🙂 Quello che mi ha sorpresa è che dopo neanche 10 minuti dalla domanda e il paagamento mi avevano già approvato la richiesta. Averlo saputo prima mi risparmiavo tutte ste ansie che ho avuto per mesi. Buon viaggio a tutti!

    Laura says:
    1. Ciao Laura, mi fa piacere che il mio articolo ti sia stato utile. L’ESTA è un bel problema per tutti quelli che si recano in America. Anche a me dopo pochi minuti, avevo già il visto nella posta. 😉

  16. Impossibile non scrivere almeno un post sull’ESTA! Concordo chi ha commentato dicendo che, se anche vale due anni, i dati relativi al soggiorno devono essere aggiornati.

  17. questo tuo post mi ricorda bene che lo devo rifare..
    mi è appena scaduto e non posso farne a meno, ma la procedura non è complessa

    coolclosets says:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *