Cosa vedere a Barcellona in un giorno?

Ho visitato Barcellona durante uno scalo della crociera Meraviglioso Mediterraneo di Costa Diadema.

Purtroppo ho avuto pochissimo tempo per visitare questa meravigliosa città (dalle 9 alle 17).

E’ stata una giornata intensa e tutta di corsa, ma la rifarei.

Vediamo insieme cosa è possibile vedere in così poco tempo.

Cosa vedere a Barcellona in un giorno: Come muoversi?

Il modo migliore per muoversi a Barcellona è utilizzare le metro.

Qui potrai trovare un’utile mappa stampabile con tutte le linee.

Per orientarti ecco una tabella delle fermate più vicine ai luoghi che ho visitato:

Sagrada Familia

Fermata: Sagrada Familia

Linea blu e viola

Park Güell

Vallcarca

Linea verde

La Bocqueria

Fermata: Liceu

Linea verde

Plaça de Catalunya

Fermata: Passeig de Gràcia

 

Linea viola, verde, gialla

Fermata: Urquinaona

Linea rossa, gialla

Non ti consiglio di acquistare ogni volta un biglietto per ogni viaggio, in quanto ha un costo di 2,15€.

Il biglietto, invece, che per me dovresti prendere in considerazione è il T10 1 zona. Si tratta di un carnet di 10 viaggi, valido solamente per la zona centrale. Non avrai problemi perchè è quella in cui si trovano tutti i luoghi che potrai visitare con un solo giorno a disposizione.

Ha un costo di 9,95€ e può essere acquistato in qualunque stazione della metropolitana. Io ho utilizzato una macchinetta automatica con la carta di credito Mastercard e non ho avuto alcun problema.

Purtroppo, non può essere acquistato online ed, anche, la tipologia con l’estensione di zona non è valida per il tragitto aeroporto-centro.

Per il trasferimento dall’aeroporto vi è un ticket speciale del costo di 4,50€ a tratta.

Cosa vedere a Barcellona in un giorno?

Sagrada Familia

Il monumento più importante di Barcellona, conosciuto in tutto il Mondo.

Non potevo non visitarlo!

Particolare della Sagrada Familia
Particolare della Sagrada Familia

Ho organizzato la visita a casa: ho acquistato i biglietti online sul sito per evitare una coda interminabile.

Questo è il sito per acquistarli. Dovrai selezionare la data e l’ora della tua visita e, se sei uno studente universitario, puoi usufruire del biglietto ridotto. Ho presentato la ISIC Card all’ingresso e non ho avuto alcun problema.

Ci sono diverse tipologie di biglietto. Personalmente, ti consiglio, Experience panoramic views che comprende, oltre, all’ingresso alla Basilica, anche un audioguida (presente in italiano) e la salita ad una tra le torri Passion o Nativity.

I prezzi sono:

  • 29 euro per l’intero;
  • 27 euro per studenti ed under 30;
  • gratuito per disabili e bambini sotto gli 11 anni.

La Sagrada Familia è aperta:

  • da Novembre a Febbraio dalle 9 alle 18;
  • a Marzo dalle 9 alle 19;
  • da Aprile a Settembre dalle 9 alle 20;
  • ad Ottobre dalle 9 alle 19;
  • 25, 26 Dicembre; 1,6 Gennaio dalle 9 alle 14.

E’ stata veramente una grande emozione visitarla, ma per scoprirla nel dettaglio, ti rimando al mio prossimo articolo 😉

Plaça de Catalunya

La piazza principale di Barcellona ed anche la più importante.

Plaza de Catalunya, Barcellona
Plaza de Catalunya, Barcellona

La riconoscerai subito per la sua vastità e l’infiinità di negozi delle principali marche internazionali che la costeggiano.

Plaça de Catalunya ha una superficie di circa 50 000 metri quadrati.

Negozi Plaça de Catalunya, Barcellona
Negozi Plaça de Catalunya, Barcellona

Qui potrai trovare, inoltre, il capo linea di molti mezzi di superficie ed è il luogo che ti consiglio per uno spuntino veloce per il pranzo.

Su un lato è presente, anche, il famoso Hard Rock Café.

Hard Rock Cafè Plaça de Catalunya, Barcellona
Hard Rock Cafè Plaça de Catalunya, Barcellona

Parco Güell

Si tratta di uno dei parchi pubblici più famosi della città ed è un ottimo luogo per rilassarsi in una giornata così frenetica.

Simbolo Parco Güell, Barcellona
Simbolo Parco Güell, Barcellona

Come per la Sagrada Familia, è opera del grande architetto Antoni Gaudì su commisione per l’imprenditore catalano Eusebi Güell

Dettaglio Parco Güell, Barcellona
Dettaglio Parco Güell, Barcellona

Parco Güell fu costruito tra il 1900 ed il 1914 ed inaugurato nel 1926. Dal 1984 è stato inserito tra i Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.

All’interno del parco potrai ammirare la miglior espressione artistica di Gaudì.

Decorazione Parco Güell, Barcellona
Decorazione Parco Güell, Barcellona

Per le sue opere utilizzò delle ceramiche variopinte di recupero e pezzi di vetro con cui costruì degli splendidi mosaici.

Interno Parco Güell, Barcellona
Interno Parco Güell, Barcellona

Ci sono, anche, numerose opere che ritraggono degli animali fantastici realizzati in calcestruzzo.

Un esempio, è quello in corrispondenza della Scalinata del Dragone.

La famosa lucertola di Parco Güell, Barcellona
La famosa lucertola di Parco Güell, Barcellona
La scalinata del dragone, Barcellona
La scalinata del dragone, Barcellona

Insieme a questo famoso lucertolone, l’attrazione principale del parco è una lunghissima panchina realizzata dall’artista ricoperta di diverse ceramiche. Si tratta di Banc De Tracadis.

Banc De Tracadis, Parco Guell - Barcellona
Banc De Tracadis, Parco Guell – Barcellona
Piazza principale di Parco Güell, Barcellona
Piazza principale di Parco Güell, Barcellona

Passeggiando per il parco, potrai ammirare numerosi sentieri, incorniciati da piante e fiori. Pensa che ho trovato degli increbili fiori sbocciati anche a dicembre!

Albero Parco Güell - Barcellona
Albero Parco Güell – Barcellona
Scalinata Parco Güell - Barcellona
Scalinata Parco Güell – Barcellona

Anche per Parco Güell ti consiglio di organizzare la visita a casa, acquistando i biglietti online e selezionando l’orario di visita.

Questo è il sito per acquistarli.

L'entrata di Parco Güell, Barcellona
L’entrata di Parco Güell, Barcellona

I prezzi sono:

  • 7,5 euro per l’intero;
  • 5,25 euro per over 65 e i bambini dai 7 ai 12 anni;
  • gratuito per disabili e bambini sotto i 6 anni.

E’ aperto:

  • dal 1 gennaio al 25 marzo, dal 29 ottobre al 31 dicembre dalle 8.30 alle 18.30;
  • dal 26 marzo al 30 aprile, dal 28 agosto al 28 ottobre dalle 8 alle 20.30;
  • dal 1 maggio al 27 agosto dalle 8 alle 21.30.
Vista di Barcellona da Parco Güell
Vista di Barcellona da Parco Güell

Una passeggiata per la Rambla

La Rambla è un lungo viale che parte da Plaça de Catalunya fino al Mirador de Colón.

Mirador de Colón, Barcellona
Mirador de Colón, Barcellona
Cima Mirador de Colón, Barcellona
Cima Mirador de Colón, Barcellona
Simbolo Mirador de Colón, Barcellona
Simbolo Mirador de Colón, Barcellona

Molti sicuramente penseranno che si tratta di un’unica strada, ma, in realtà, è composta da vari segmenti: Rambla Canaletes, Estudios, Sant Josep, de Caputxins e de Santa Mónica.

La Rambla, Barcellona
La Rambla, Barcellona

La parola Rambla deriva dall’arabo raml (sabbia) e, come in altre città spagnole, si riferisce ad una strada ricavata da un corso d’acqua asciutto, interrato o coperto.

Fine de La Rambla, Barcellona
Fine de La Rambla, Barcellona

La Bocqueria

Uno dei luoghi che mi è piaciuto di più di questa città.

Lo ammetto, l’ho scoperto per caso.

Passeggiando lungo la Rambla, ho intravisto su un lato l’entrata di un mercato, un grande via vai di persone che ininterrottamente usciva ed entrava ed ho deciso di seguirle.

Ho scoperto solamente poi che si trattava de La Bocqueria, il mercato più famoso della città.

In realtà, il suo vero nome è Mercat Sant Josep (Mercato di San Giuseppe).

Bancone del pesce, La Bocqueria - Barcellona
Bancone del pesce, La Bocqueria – Barcellona

Non è solamente un luogo fortemente visitato dai turisti, ma è frequentato, anche, dai locali, in quanto è il più grande mercato della Catalunya.

Ti consiglio di ritagliarti almeno mezz’ora per visitarlo tutto ed immergerti nella cultura locale di Barcellona e della Spagna.

Gamberi rossi a La Bocqueria - Barcellona
Gamberi rossi a La Bocqueria – Barcellona

All’interno troverai mille colori, odori e profumi: da immense distese di frutta e frullati fino al banco dei pescatori con pesce fresco pescato nella notte.

Crostacei a La Bocqueria - Barcellona
Crostacei a La Bocqueria – Barcellona
Banco del pesce, La Bocqueria - Barcellona
Banco del pesce, La Bocqueria – Barcellona

Ciò che dovrai assolutamente acquistare, è una macedonia od un frullato di frutta in una delle moltissime bancarelle.

Frullati, La Bocqueria - Barcellona
Frullati, La Bocqueria – Barcellona

Costano veramente poco: ho preso il frullato con fragole e cocco ed il prezzo era di 1€. Le macedonie sono leggermente più costose, ma veramente di poco. Parliamo di circa 2€/2,50€ a seconda della grandezza.

Era buonissimo!

Frutta, La Bocqueria - Barcellona
Frutta, La Bocqueria – Barcellona

La Bocqueria venne inauguarata nel 1836 e nel 1840 divenne un mercato coperto.

E’ aperto dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20.30.

Fritto, La Bocqueria - Barcellona
Fritto, La Bocqueria – Barcellona

Cosa vedere a Barcellona in un giorno: una città tutta da scoprire

E’ stata una giornata veramente bella, anche se intensa.

A volte mi sono ritrovata a correre per poter vedere tutto perchè le distanze non sono brevi.

La rifarei subito!

A Barcellona ci sono moltissimi altri luoghi da vedere, come Casa Battlò, quindi, merita sicuramente una nuova visita.

La funicolare di Barcellona
La funicolare di Barcellona

Mi piacerebbe trascorrerci un weekend.

Tu hai visitato Barcellona? Ti è piaciuta?

barra aereo

Non dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

18 Replies to “Cosa vedere a Barcellona in un giorno?”

  1. Cara Cassandra, ci sono stata due volte a Barcellona ed è una delle mie città predilette. In un giorno è stata una bella prova immagino, ma hai saputo descrivere proprio tutte le cose più importanti, ne tengo conto se ci tornerò ancora e avessi poco tempo!

  2. Barcellona per me è casa, la amo alla follia! Ma sai che la prima volta sono stata anche io durante uno scalo navale? Solo che ho visto solo poche cose, non come te che sei stata super brava! In così poco tempo Cassandra hai fatto tanto, complimenti!
    Nelle visite successive sono riuscita a visitare anche Casa Batllò e Casa Milà di Gaudì, il Barrio Gotico, la Cattedrale e Santa Maria del Mar. Sono salita sulla collina del Montjuic dove ammetto di aver utilizzato un paio d’ore per visitare il Poble Espanol…okay, una cosa turistica ma carinissima!
    Uno dei luoghi che più ho amato è il quartiere di Pedralbes, nei pressi del palazzo reale, dove non solo ho ammirato la Porta del Drago di Gaudì, ma anche il Convento di Pedralbes, dall’atmosfera magica.
    Per non parlare della Barceloneta in inverno, che ha un’aura suggestiva 🙂
    Oddio, sembro una folle invasata, vero? Scusa è che amo Barcellona!
    Un bacione,
    Claudia B.

    1. Claudia, è stato un vero tour de force. Sono tornata in nave distrutta, ma era la mia prima volta (e purtroppo ancora l’unica) in questa città e l’entusiasmo di scoprirla il più possibile, anche se in poco tempo, era veramente tanto.
      Per la prossima volta terrò conto dei tuoi consigli, mi divertirò un mondo ad esplorare anche questi luoghi di Barcellona.
      Un abbracio 😀

  3. I miei ricordi di Barcellona risalgono ai tempi della scuola! 🙂 ma ho amato il parco guell e amo Gaudi’! La rambla: assolutamente favolosa, la ricordo piena di artisti di strada… quello che mi scoccia è che essendo stata con la scuola il mercato lo abbiamo ovviamente saltato (e non sapevo della sua esistenza neanche ad oggi) ! Amo i mercati, quindi sarà una tappa obbligata per la prossima volta che andrò a Barcellona! 😉

    1. La Bocqueria te la consiglio assolutamente. L’ho scoperta per caso passeggiando per La Rambla, ma è stato bellissimo. Mi sono divertita un Mondo ed il frullato di fragole e cocco era veramente buono!

  4. Ciao, sono stata a Barcellona due volte e riesce sempre a stupirmi con i suoi colori e la sua vivacità.
    Bellissimo il tuo blog, è un piacere leggerti.
    Laura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *