Visitare Mont Saint Michel: una piccola guida completa

Mont Saint Michel

Visitare Mont Saint Michel in Francia è un’esperienza unica ed incantevole che ti consiglio vivamente di provare almeno una volta nella vita.

Mont Saint Michel in Francia si trova su una piccola isola appena al largo della costa, dove si fondono la Normandia e la Bretagna.

L’imponente Abbazia, che domina il paesaggio circostante, è uno dei monumenti più affascinanti e riconoscibili del paese, e la sua storia ed architettura sono altrettanto memorabili.

Mont Saint Michel
Mont Saint Michel

Come raggiungere Mont Saint Michel

Per raggiungere Mont Saint Michel ti consiglio vivamente un viaggio in auto.

Guidare per le strade francesi è rilassante e potrai ammirare dei paesaggi straordinari.

Per visitare Mont Saint Michel devi parcheggiare abbastanza lontano dall’isola e, poi, prendere un bus navetta oppure fare una piacevola passeggiata.

La passeggiata è molto bella e suggestiva, quindi, ti consiglio vivamente, se puoi, di camminare.

Il bus navetta è gratuito ed è incluso nel prezzo del parcheggio.

Ecco un link ai prezzi correnti per il parcheggio.

Mont Saint Michel dall'alto
Mont Saint Michel dall’alto

Visitare Mont Saint Michel

Appena arriverai a Mont Saint Michel sarai subito accolto da strette strade di ciottoli con edifici molto particolari su entrambi i lati.

Sarà sicuramente pieno di turisti, ma non lasciarti scoraggiare, goditi l’atmosfera speciale di questo luogo.

Le strade sono piene di negozietti e, sotto molto aspetti, ti sembrerà di camminare attraverso la famosa Diagon Alley della saga di Harry Potter!

Passeggiare per Mont Saint Michel
Passeggiare per Mont Saint Michel

Continua a camminare e, dopo un bel po’ di salite e di scalini, giungerai finalmente all’Abbazia.

L’ingresso è a pagamento, ma ti assicuro che vale ogni centesimo speso!

La storia di Mont Saint Michel

La storia ed i primi anni di questa Abbazia sono avvolti nel mistero ed oggi è un importane luogo di pellegrinaggio e di culto cristiano.

La storia racconta che l’Arcangelo Michele fece visita al vescovo di una città vicina e gli ordinò di costruite una chiesa su quest’isola.

A partire dal 966 d.C., la chiesa fu trasformata in un’abbazia benedettina, che si sviluppò nei secoli successivi, in particolar modo in epoca medievale (quando diversi complessi monastici furono aggiunti a quelli esistenti).

Molti dei bei palazzi che sorgevano lungo le strade di Mont Saint Michel sono stati trasformati in boutique, crêperies, hotel e musei, pur mantenendo il loro antico fascino.

Abbazia di Mont Saint Michel
Abbazia di Mont Saint Michel

Cosa fare e cosa vedere a Mont Saint Michel

Non puoi visitare l’isola senza riservare del tempo per esplorare l’Abbazia di Mont Saint Michel.

L’Abbazia è aperta tutto l’anno tranne il 1 Gennaio, 1 Maggio e 25 Dicembre.

Puoi optare per una visita guidata di un’ora che ti fornirà molti dettagli e curiosità sulla storia dell’Abbazia.

Parte della costruzione è romanica (XI secolo), la “Merveille” dove vivono gli ecclesiastici è gotica (XIII secolo) ed il  coro è gotico fiammeggiante.

Fu una prigione durante la Rivoluzione e l’Impero, ed ora è abitata dai Fratelli e dalle Sorelle dell’Ordine di Gerusalemme.


Orari:
2 Maggio / 31 Agosto, 9.00/19.00 (ultima entrata 18.00)
1 Settembre / 30 Aprile     9.30/18.00 (ultima entrata 17.00)
CHIUSO:  1 gennaio – 1 maggio – 25 dicembre
Costo: 9€ – audioguida   4.50€ (una) /  6€ (doppia)


Cortile Abbazia Mont Saint Michel
Cortile Abbazia Mont Saint Michel

Per godere di viste mozzafiato sulle distese fangose e sulla costa (ed anche per avere un po’ di sollievo dalla folla di turisti), ti consiglio di fare una passeggiata lungo i bastioni dell’abbazia.

La Porte Eschaugette alla sinistra del cancello principale è la via più facile e tranquilla. Assicurati di avere la macchina fotografica pronta per le favolose panoramiche da Terrasse de l’Ouest.

Oltre all’Abbazia, a Mont Saint Mitchel c’è una vasta scelta di musei. Se devi sceglierne solamente uno o due, ti consiglio di visitare il Museo Storico ed il Museo Marittimo ed Ecologico.

Il primo mette in mostra antiche collezioni di armi e dipinti, mentre il secondo offre una grande panoramica sulle maree, della baia e dell’identità marittima dell’isola e dei suoi dintorni.

Strada per Mont Saint Michel
Strada per Mont Saint Michel

Uno spettacolo che ti consiglio di non perdere, inoltre, è l’arrivo della marea.

La strada per raggiungere l’isola, infatti, ogni giorno viene completamente sommersa dal mare e Mont Saint Michel si trasforma in una vera e propria isola.

Muniti degli orari delle maree (l’ufficio del turismo li fornisce su un tabellone all’ingresso del sito), bisogna trovarsi 2 ore prima sul posto, per potersi godersi a pieno il fenomeno naturale che avviene tutti i giorni.

Ma non tutte le maree sono della stessa portata, e se si vuole avere una visione più evidente, si devono conoscere i giorni di quando ciò accade con più importanza.

ATTENZIONE: per motivi di sicurezza è sconsigliato avventurasi nelle zone intorno all’isola, o tentare di raggiungere le riva opposta da soli! La zona è paludosa, e il mare arriva di “corsa”!

Guide esperte organizzano le attraversate a piedi o a cavallo, ma bisogna conoscere bene dove passare

Centro Storico Mont Saint Michel
Centro Storico Mont Saint Michel

Dove mangiare a Mont Saint Michel

Mont Saint Michel è famosa per le sue ottime crêpes ed omelettes e ci sono moltissimi ristoranti e locali tra cui scegliere.

Se cerchi un’omelette, ti consiglio La Mère Poulard. Questo ristorante è famoso in tutto il Mondo per le sue deliziose omelettes. Attenzione che solitamente è molto affollato e può essere necessaria la prenotazione.

La Mère Poulard
La Mère Poulard

Mere Poulard” è il soprannome della grande cuoca che accoglieva dal 1888 i pellegrini e gli avventori che arrivavano fin qui per assaggiare la sua cucina. 

Per le crêpes, invece, ti consiglio Crêperie La Cloche, che probabilmente serve le migliori crêpes dell’isola, addirittura molti sostengono che siano tra i migliori in Francia!

Per un pasto più abbondante, non puoi sbagliare con Le Relais du Roy che offre deliziosi piatti di carne e frutti di mare a Sud dell’isola.

Se, invece, hai un budget limitato o non vuoi rimanere troppo tra la folla, ti consiglio di portare con te un pranzo al sacco. Ci sono un sacco di panchine e alcuni spazi tranquilli dove potrai goderti il tuo spuntino in pace.

Cosa vedere nei dintorni di Mont Saint Michel?

Con la sua posizione al confine tra Bretagna e Normandia, Mont Saint Michel è una base ideale per esplorare alcuni punti salienti ed altre attrazioni della zona.

La gita di un giorno più vicina e più ovvia da fare è quella di St Malo.

Saint Malo, Francia
Saint Malo, Francia

Fondata nel 12 ° secolo, St Malo è famosa per i suoi bastioni e forti, di cui il primo è molto bello da attraversare. Offre immense vedute dei numerosi forti costruiti sulle isole attorno alla baia.

Un’altra città abbastanza vicina a Mont Saint Michel è Dinan, considerata la più bella città della Bretagna.

Infine, potresti optare per una visita di Rennes, la capitale della Bretagna. L’attrazione più affascinante della città è il suo centro storico, con le sue splendide case a graticcio e le strade suggestive.

Ti piacerebbe visitare Mont Saint Michel?

Barra Aereo

Non dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

10 Replies to “Visitare Mont Saint Michel: una piccola guida completa”

  1. Se posso dare un consiglio, io lo visiterei anche di notte, visto che i negozi sono chiusi, c’è poca gente in giro e l’illuminazione è spettacolare. Sembra di stare in un altro mondo!

    1. Sarebbe bello Francesca, bisogna però stare attenti agli orari delle maree. In caso di alta marea, Mont Saint Michel diventa un’isola ed è irrangiungibile.

  2. Ho visitato Mont Saint Michel due volte, la prima da bambina con la mia famiglia, la seconda piu’ di recente con degli amici. Entrambe le volte, a distanza di tipo 25 anni, l’arrivo della marea e’ stata un’esperienza davvero incredibile!!! (Bellissime foto!!!)

  3. Non ci avevo mai pensato ma hai proprio ragione: Mont Saint Michel sembra proprio l’ambientazione giusta per Harry Potter!!! Non mi sembrerebbe per niente strano scorgere il maghetto, a cavallo della suo scopa, mentre insegue il boccino nel pieno di una partita di Quidditch 🙂

  4. Ma che bello questo post! Sarebbe un sogno visitarla!! Ho visto dei documentari sulle maree dove veniva sconsigliato, come dici bene tu, di avventurarsi nei dintorni dell’isola!! Che emozione assistere alla salita della marea!!

    Alessandra says:
    1. Sì è un’emozione davvero grande! L’ho visitata un po’ di anni fa con i miei genitori e spero di poterla rivedere presto!

  5. Fin da bambini ho sentito parlare di questo luogo che mi è salita una gran curiosità, la tua guida è molto completa, speriamo di poter presto mettere in pratica i tuoi consigli e scoprire questo luogo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *