Visitare le rovine di Tulum, la città Maya sul Mar dei Caraibi

Non puoi visitare la penisola dello Yucatan in Messico senza vedere le rovine Maya di Tulum.

Ecco alcuni consigli su come visitare le rovine di Tulum ed organizzare al meglio la tua visita.

Questa antica città fortificata arrocata sul bordo di una scogliera nello stato di Quintana Roo, affacciata sull’Oceano caraibico, è uno spettacolo assolutamente da non perdere.

Il nome Maya originale di Tulum, Zamá si traduce come “luogo del sole nascente“. Questo perché è situato esattamente in direzione del sorgere del sole (Est).

Il nome Tulum, che in lingua maya significa muro, è probabilmente stato attribuito in un secondo momento dagli esploratori che vi sono giunti nel XX secolo.

La città fu un importante centro commerciale e religioso tra l’XI ed il XVI secolo ed è uno dei siti archeologici Maya più belli del Messico.

Tulum fu occupata fino al XV secolo e vide l’arrivo degli spagnoli. E’ la città Maya costiera meglio conservata e questo rende molto interessante la sua visita.

Si trova a circa 128 km a sud di Cancun o 62 km a sud di Playa del Carmen, lungo la famosa Riviera Maya.

Panorama Rovine di Tulum
Panorama Rovine di Tulum

La storia di Tulum

Tulum fu costruita per essere una fortezza marittima inattaccabile: con ripide scogliere a picco sull’oceano ad est ed una grande parete di pietra calcarea che racchiudeva il resto della città su tre lati.

La popolazione si aggirava attorno alle 1 600 persone ed era un importante centro commerciale per il mondo Maya.

Veniva commrciate merci come giada, cotone, campane di rame, asce e fave di cacao.

La sua evoluzione è curiosa in quanto fu la prima delle città Maya ad essere invasa dagli spagnoli nel ‘500, siccome si trovava sulla costa in cui sono sbarcati. Tuttavia, è stata l’ultima ad essere abbandonata dai nativi, perché i Maya hanno continuato a cercare riparo nei suoi edifici, anche dopo l’invasione, per diverse decine di anni.

Visitare le rovine Maya di Tulum

Le antiche strutture in pietra che compongono questo sito archeologico sono circondate da palme, delicati fiori di cactus, ripide scogliere rocciose ed una popolazione di iguane.

Un tempo questo monumenti si potevano scalare, ma ora non è più possibile e tutti sono recintati.

Tulum è abbastanza diverso dagli altri siti Maya in quanto le rovine sono arroccate su scogliere alte ben 12 metri che si affacciano sull’oceano.

E’ davvero molto caratteristico!

Per entrare all’interno del sito archeologico dovrai attraversare le mura, alte ben 8 metri, che circondano l’antica città.

Ingresso a Tulum
Ingresso a Tulum

Queste mura servivano anche per differenziare la classe superiore dalla gente comune che viveva al di fuori delle mura.

Edificio del Cenote

La prima struttura del sito archeologico è chiamata “Casa del Cenote“.

La struttura è stata costruita sopra un cenote (oggi asciutto) che era per la città una fonte di acqua dolce.

Casa del Cenote, Tulum
Casa del Cenote, Tulum

Le città Maya erano costruite, generalmente, le une lontano dalle altre. Perciò dovevano essere in grado di provvedere a se stesse in modo autonomo.

Ecco il motivo per cui troviamo quasi sempre un cenote in prossimità delle città Maya, ossia una grotta od una cavità naturale dove si poteva raccogliere l’acqua dolce. 

El Castillo

El Castillo (“il castello”) è la costruzione principale di Tulum e venne usato, anche, come faro.

Due piccole finestre in alto permettevano ai naviganti di entrare in sicurezza nella baia al tramonto.

El Castillo era originariamente coperto di stucco e dipinto di rosso.

El Castillo, Tulum
El Castillo, Tulum

Gran parte della vernice oggi è sparita. Tuttavia, se noti bene, in qualche angolo è ancora possibile vedere alcune macchie di vernice rossa.

Un’ampia scala esterna porta al tempio posto in alto che ha tre nicchie. In quella centrale si trova un’interessante scultura.

Tempio degli Affreschi

Il Tempio degli Affreschi, situato di fronte a El Castillo, è l’edificio meglio conservato del sito.

E’ chiamato in questo modo perchè se guardi all’interno puoi notare dei murales di vernici ancora intatti.

Era usato come osservatorio per seguire le stagioni e i movimenti del sole.

Tempio degli Affreschi, Tulum
Tempio degli Affreschi, Tulum

Gli affreschi erano dedicati al dio della pioggia – Chaac e Ixchel – la dea della tessitura, delle donne, della luna e della medicina.

La città di Tulum venne costruita dopo un duro periodo di siccità che colpì la zona ed è per questo che il culto del dio della pioggia è così presente in questo sito archeologico.

Si pensa che gli affreschi fossero realizzati in diversi colori. Ora, però, è possibile vedere solamente qua è là della vernice rossa.

El Templo de la Estela

Tempio così chiamato per la stele con incisioni Maya che è stata ritrovata al suo interno.

Casa del Sommo Sacerdote

Ogni città Maya era governata da un halin, un sommo sacerdote.

A Tulum, la casa del sommo sacerdote, è davvero ben conservata e molto grande.

Casa del Sommo Sacerdote, Tulum
Casa del Sommo Sacerdote, Tulum

E’ composto da diverse ampie sale sostenute da colonne.

Si pensa che questo fosse il luogo in cui vivevano i membri più importanti di Tulum.

Tempio del Dio del Vento

Sicuramente avrai già visto centinaia di fotografie di Tulum con questo edificio e probabilmente, ti starai chiedendo di che cosa si tratta.

Bene, è il Tempio del Dio del Vento.

Panorama più bello di Tulum
Panorama più bello di Tulum

Questa struttura è davvero molto piccola e la scorgerai passeggiando tra le rovine a bordo dell’oceano.

La funziona di questa struttura a ridosso dell’oceano non è ancora ben chiara, ma si pensa che fosse un piccolo tempio dedicato al Dio dei Venti, ossia il dio Kukulcan, la divinità più famosa della religione Maya.

Playa Paradiso

Sotto la struttura principale, c’è una spiaggia isolata dove puoi nuotare e rilassarti godendoti la vista delle rovine. Assicurati, quindi, di portare con te un costume da bagno!

Le rovine di Tulum si trovano a 12 metri sopra il livello del mare. Dal sito ci sono alcune scale che permettono di raggiungere la spiaggia sottostante.

Questa spiaggia è chiamata Paradise Beach o Playa Paradiso.

Playa Paraiso, Tulum
Playa Paraiso, Tulum

Si affolla, però, velocemente, quindi, ti consiglio di arrivare molto presto la mattina o poco prima della chiusura.

La spiaggia è aperta dalle 10 del mattino, condizioni meteorologiche permettendo.

Mappa delle Rovine di Tulum

Ecco un’utile mappa con cui ti posso mostare un esempi di percorso:

Mappa Tulum
Mappa Tulum

Numero 1

Questa è la fine del sentiero pedonale ed anche dove il trenino ti lascia.

Qui sono presenti anche dei bagni pubblici, gli unici vicino alle rovine. Se hai bisogno, quindi, ti conviene approfittare.

Puoi acquistare i biglietti ed iniziare a seguire il percorso segnato dalla linea rossa.

Numero 2

Qui puoi scegliere se entrare dal primo gate oppure dal secondo. Personalmente, ti consiglio il secondo perchè è più affascinante e puoi scattare delle belle fotografie.

Camminando verso il numero 3, puoi godere di una bellissima panoramica sull’oceano.

Numero 3

Eccoti arrivato di fronte al posto più famoso delle rovine: El Castillo.

Numero 4

Questo è il punto più fotografato del sito archeologico, preparati ad attendere in coda per scattare una delle tue più memorabili foto dal Messico.

Qui, è anche presente la scala che ti porterà direttamente alla spiaggia situata ai piedi della scogliera.

Numero 5

Assicurati di fare il giro completo di El Castillo per avere una panoramica completa.

Numero 6

Cammina fino a qui e vedrai delle incisioni dettagliate sugli edifici, quindi procedi verso l’uscita al numero sette.

Numero 7

Questa è l’uscita in una zona abbastanza tranquilla delle rovine.

Numero 8

Cammina fino a qui per imboccare il sentiero che ti porterà al parcheggio.

Da qui, potresti anche attendere il trenino per evitare di camminare.

Dettaglio di Tulum
Dettaglio di Tulum

Quando visitare le rovine di Tulum?

Visitare le rovine Maya di Tulum durante il giorno può essere abbastanza pesante e caotico. È un’attrazione davvero molto popolare.

Se riesci ad arrivare presto, verso le 8 del mattino, avrai un’esperienza davvero magica. Almeno per le prime due/tre ore.

Un altro buon momento per la visita, è un’ora prima della chiusura (chiude alle 17.00):

Per la visita ti consiglio di prevedere almeno un’ora, anche due se decidi di fare un bagno in spiaggia.

Rispetto ad altri siti Maya, come Chichen Itza e Cobà, è di dimensioni più piccole.

Sito archeologico di Tulum
Sito archeologico di Tulum

Quanto costa l’ingresso alle rovine di Tulum?

L’ingresso alle rovine di Tulum ha un costo di 70 Pesos.

Se sei cittadino o residente in Messico, l’ingresso è gratuito la domenica.

Siccome dalla biglietteria all’ingresso delle rovine c’è un buon tratto a piedi, è presente un servizio di trasporto con un piccolo trenino che ha un costo di 25 Pesos a tratta. Se fa caldo e non vuoi camminare così tanto, questa può essere una buona opzione, altrimenti goditi la passeggiata.

Il cibo e le bevande sono abbastanza costose, quindi, assicurati di portare con te qualcosa da bere e da mangiare.

Quali sono gli orari di apertura delle rovine di Tulum?

Le rovine sono aperte tutti i giorni della settimana dalle 8:00 alle 17:00.

Tuttavia, l’ultimo ingresso è previsto alle ore 16.30.

Come raggiungere Tulum?

Fai attenzione perchè tecnicamente ci sono “tre Tulum” differenti: la spiaggia di Tulum, la città di Tulum e le rovine di Tulum.

Le rovine sono a circa 3 km dal centro della città.

In macchina

Se vuoi arrivare alle rovine di Tulum con un macchina a noleggio, devi seguire l’Autostrada 307 fino all’uscita dedicata alle rovine.

Da Cancun ci vuole circa 1 ora e 45 minuti e tre quarti d’ora da Playa del Carmen.

Il parcheggio costa circa 160 Pesos.

In bus

Ci sono regolari bus della compagnia ADO da Playa del Carmen a Tulum ed hanno un costo di circa 80 Pesos a tratta.

Alcuni si fermano direttamente alle rovine, altri alla stazione degli autobus nella città di Tulum.

La fermata delle rovine è prima di quella del centro di Tulum e fai attenzione a non perderla.

Se succede, dovrai spendere 40 Pesos in taxi per raggiungere il sito archeologico dal centro della città.

Assicurati, inoltre, di controllare l’orario del ritorno: solitamente non ce ne sono prima delle 13.40 e rimanere così a lungo nel sito archeologico può risultare difficile.

Colectivo

Il modo più economico per raggiungere Tulum è prendere un colectivo (taxi di gruppo) dallo stand dei colectivos situato in Calle 2 Norte tra Avenida 15 e 20 a Playa del Carmen.

Ci vogliono circa 45 minuti per raggiungere le rovine e costa circa 60 Pesos a persona.

In taxi

Prendere un taxi direttamente da Playa del Carmen a Tulum costa circa 600 pesos ($ 30 USD) a tratta.

Se lo puoi condividere con un gruppo di 3-4 persone, non è un’opzione da scartare.

Rovine di Tulum
Rovine di Tulum

Consigli Utili per visitare le rovine di Tulum

  • Arriva alle rovine 15 minuti prima dell’apertura delle 8 del mattino per evitare gli autobus dei gruppi che solitamente arrivano attorno alle 10. Altrimenti, visita le rovine nel tardo pomeriggio.
  • Le rovine di Tulum sono aperte dal lunedì alla domenica dalle 8.00 alle 17.00. L’ingresso è gratuito la domenica per i cittadini ed i residenti messicani, quindi te la sconsiglio perchè il sito è davvero caotico.
  • Ricordati di portare il costume da bagno se vuoi nuotare o prendere il sole sulla spiaggia alla base delle scogliere. La spiaggia apre intorno alle 10:00.
  • Se vuoi usare la GoPro, devi pagare una tassa di 90 Pesos. Nessuna tassa è dovuta per cellulari, videocamere o reflex non GoPro.
  • Le rovine non hanno molte zone all’ombra, quindi sono raccomandati un cappello, occhiali da sole e crema solare.
  • Porta con te molta acqua per non disidratarti!

Ti piacerebbe visitare le rovine Maya di Tulum?

barra_aereo_w8my07

Non dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

4 Replies to “Visitare le rovine di Tulum, la città Maya sul Mar dei Caraibi”

  1. Che bei ricordi mi hai fatto tornare in mente! Sono stata a Tulum tanti anni fa ormai, avevo 10 anni ed ero in vacanza con i miei, ma fu una delle escursioni più belle!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *