Travel Interview Silvia – Nuovi Turismi

Oggi intervistiamo Silvia, fondatrice del blog Nuovi Turismi.

Travel Interview Nuovi Turismi

Silvia si descrive:

<< Sono una persona molto curiosa ed ho più di vent’anni di esperienza nel mondo del turismo. >>

Ma ora lasciamole la parola. Ecco a te Silvia del blog Nuovi Turismi.

Iniziamo: per prima cosa, raccontaci di te. Chi è Silvia?

Ciao Cassandra, sono una persona molto curiosa che nella vita ha imparato a vedere sempre il bicchiere mezzo pieno.

Ho più di vent’anni di esperienza nel mondo del turismo e nel 2011 ho aperto la partita IVA specializzando la mia professionalità come consulente di promozione e comunicazione digitale applicata al turismo e alla cultura.(Il mio sito www.silviabadriotto.it).

Come viaggiatrice, vagabondare lentamente assaporando piatti tradizionali ed esplorando le attrazioni storiche del patrimonio culturale è la mia filosofia di viaggio.

Ed anche se viaggio spesso sono sempre molto felice di tornare a casa! 

Per quello credo che fare il turismo lento rispecchi non solo il mio viaggiare lento, ma anche la mia filosofia di vità.

Silvia Badriotto, Jesi Marche
Silvia Badriotto, Jesi Marche – Photo Credit: Slvia – Nuovi Turismi

Com’è nato il blog Nuovi Turismi?

Il progetto Nuovi Turismi è nato nel 2011 quando diventando freelance i viaggi di lavoro e le micro destinazioni che visitavo le raccontavo in esperienze condividendole nel mio blog e social.

L’idea del nome è stato proprio quella di raccontare tendenze e nuovi modi di fare turismo insieme ai nuovi modi comunicarlo, in chiave 2.0 e digitale.

Quale canale social preferisci e perchè?

Diciamo che come blogger i canali social li utilizzo come mezzo, e non come fine, per comunicare cosa faccio e scrivo anche nel blog.

Ho sempre amato Twitter, anche se negli ultimi anni ha perso appeal in chiave B2C essendo più che altro uno strumento di comunicazione tra operatori del settore.

La pagina Facebook è stato il primo canale aperto ed Instagram non lo utilizzo con particolare costanza, mantenendo dei numeri medi con una nicchia giusta per i miei lettori.

Un social che mi riprometto di rinfrescare, perché nonosante tutto mi porta traffico, è Pinterest.

Bruges, Belgio
Bruges, Belgio – Photo Credit: Slvia – Nuovi Turismi

Quali sono, secondo te, le 3 migliori qualità che un travel blogger dovrebbe possedere?

Un bravo tavel blogger per primo dovrebbe mantere sempre la passione di viaggiare, forse è scontato dirlo, e condividere in modo autentico la propria esperienza.

Non bisogna cercare di seguire la moda di turno, consiglio di avere bene in mente il proprio messaggio ed il pubblico a cui si comunica. Solo così riuscirete a essere costanti senza deludere i vostri lettori.

Poi bisogna studiare, dalla scrittura web e copywriting per indicizzare bene i propri articoli e post all’utilizzo delle varie piattaforme di condivisione social. Imparando a creare contenuti idonei e frechi.

Infine la costanza premia. Parlo di uno strumento indispensabile per far crescere un blog: il piano dei contenuti e calendario editoriale. Consente di fissare degli obiettivi misurabili, di ottimizzare i tempi di lavoro calendarizzando le attività e, se lavori con dei collaboratori, permette di suddividere mansioni ed organizzare al meglio i contenuti.

Manarola Cinque Terre, Liguria
Manarola Cinque Terre, Liguria – Photo Credit: Slvia – Nuovi Turismi

Quale luogo del Mondo ti ha maggiormente colpito e perchè?

Amo cercare gli angoli meno conosciuti, con occhi da turista, dell’Italia. I luoghi anche vicino casa che fanno innamorare gli stranieri del nostro BelPaese.

Dai borghi alle zone rurali e montane non battute dal turismo di massa.

Per motivi sentimentali, essendo uno dei primi viaggi fatti da blogger, adoro la Puglia e il territorio dei Monti Dauni. Costellato da piccoli borghi e tanta storia e cultura, sia materiale che immateriale. I saperi e le tradizioni del “Genius Loci” è quello che mi attrae dei luoghi che visito. E poi in Puglia si mangia così bene!

Campagna Monti Dauni Puglia
Campagna Monti Dauni Puglia – Photo Credit: Slvia – Nuovi Turismi

Il viaggio aereo più lungo su cui sei salita? Come hai fatto passare il tempo?

Io e Luca, il mio compagno, viaggiamo tanto in moto anche in giro per Europa e non ho esperienze di viaggi intercontinentali.

In aereo comunque leggo e mi informo dei luoghi che andrò a visitare nelle mie andate, sbirciando dal finestrino e nei ritorni se posso mi guardo le foto ed inizio a organizzare le idee su cosa vorrei raccontare per primo.

Almeno questo è quello che abbiamo fatto durante il viaggio in Svezia, che abbiamo visitato in lungo e largo per circa un mese e quando abbiamo fatto un fly&drive in Gran Bretagna. Siamo scesi a Edimburgo per risalire da Londra dopo tre settinane di incantevoli castelli e colline tra Scozia, Galles e Cornovaglia.

Per un viaggio preferisci il mare, la montagna o la città?

Come scrivevo prima, amo quel modo di viaggiare lento, che ti permette di conoscere il luogo, persone e scoprirne curiosità.

Sono una tipa da “on the road” e fare solo mare o montagna mi annoia.

Poi ci sono città, come Londra, dove mi sento come a casa e ogni volta che ci vado cerco di scoprirne quartieri e angoli diversi.

Elian Donan Castle Scozia UK
Elian Donan Castle Scozia UK – Photo Credit: Slvia – Nuovi Turismi

Se dovessi preparare la valigia in pochi minuti che cosa metteresti?

Pochi vestiti, da biker siamo abituati a fare tappa “self-laundry”, ma non dimentico mai la macchina fotografica, una guida cartacea (mi piacciono) e un quadernetto dove segnarmi appunti e idee da raccontare. Dimenticavo, la ciabatta per ricaricare i vari device che spesso negli hotel è difficile trovarne abbastanza.

Hai a disposizione solamente un weekend ed un budget abbastanza ridotto, dove andresti?

Resterei in Italia. Un city-break culturale per esempio a Napoli, Urbino o Matera.

Vi suggerirei Torino, ma ci vivo ed adoro fare la turista a casa mia.

Isola del Liri, Lazio
Isola del Liri, Lazio – Photo Credit: Slvia – Nuovi Turismi

Ed infine, raccontaci un po’ del tuo futuro: qual è il tuo prossimo viaggio o progetto in programma?

Sono fortunata perché per lavoro mi muovo molto. Facendo parte del social media team di Marche Tourism ho avuto la fortuna aver approfondito la scoperta delle bellissime Marche.

Comunque per Giugno ho già in programma un viaggio in moto in Trentino, alla scoperta di arte, storia e natura rilassandomi una settimana.

Trentino Alto Adige in moto
Trentino Alto Adige in moto – Photo Credit: Slvia – Nuovi Turismi

Grazie per aver partecipato alla mia rubrica!

Questa è Silvia, se la vuoi seguire ecco i link del suoi blog e dei suoi canali social:

Sito Web – Instagram – Facebook – Twitter – Linkedin – Pinterest

barra_aereo_w8my07

Non dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *