Travel Interview Benedetta – Viaggimperfetti

Travel Interview Benedetta

Oggi intervistiamo Benedetta, fondatrice del blog Viaggimperfetti.

Travel Interview Viaggimperfetti

Benedetta si descrive:

<< Una scimmia curiosa o se vuoi una garzetta migratrice ma l’immagine della scimmia insolente mi si addice decisamente di più… >>

Ma ora lasciamole la parola. Ecco a te Benedetta del blog Viaggimperfetti.

Iniziamo: per prima cosa, raccontaci di te. Chi è Benedetta?

Una scimmia curiosa o se vuoi una garzetta migratrice ma l’immagine della scimmia insolente mi si addice decisamente di più…

Com’è nato il blog Viaggimperfetti?

Lo strumento blog è tuttora per me sfida e dono. Sfida perché di web e SEO ho imparato quel poco che so da sola (ed è davvero poco), dono perché per la prima volta ho avuto la possibilità di pubblicare il mio lavoro. Per anni ho inviato articoli a riviste specializzate e non mi hanno mai filato. Come vedi sono sincera… 

Mi piace immaginare Viaggimperfetti come una bella scatola in cui posso mettere di ogni “dove” di cui parlo quello che avrei voluto trovare prima di partire. Le mitiche Lonely Planet restano un must per me irrinunciabile ma mi piace leggere quello che scrivono i blogger.

Bendetta di Viaggimperfetti
Bendetta di Viaggimperfetti

Quale canale social preferisci e perchè?

Instagram e Pinterest per le immagini. Ho un approccio visivo al Mondo e per emozionarmi e cominciare a sognare sulla prossima destinazione mi basta uno scatto.

Twitter per i contenuti, le idee e le persone interessanti con cui è bello scambiare opinioni e frivolità.

Quali sono, secondo te, le 3 migliori qualità che un travel blogger dovrebbe possedere?

Comincio dalla nota dolente, la qualità che a me manca proprio: una buona conoscenza di scrittura informatica, SEO e programmi per immagini e video

Passiamo alla seconda qualità, la voglia di raccontare. Lo trovi scontato? Secondo me non lo è. Mi capita di imbattermi in articoli che sono il copiato di guide specializzate o tali e quali ad altri già scritti. Ci sono blogger, invece, che con un post ti fanno venir voglia di fare le valigie. Grazie a loro ho scovato luoghi di cui si parla davvero poco. Di altri ho capito storia e attualità. Sono riuscita a “vedere” il posto, a capire come funzionano treni e tour, quanto spendere per un litro di benzina. Se esistesse un solo modo di visitare un luogo basterebbe la guida. Lo slogan di viaggimperfetti è “non esistono viaggi perfetti. Solo viaggi che ci fanno felici”. 

La terza è un mix di un pizzico di propensione alla condivisione in più e uno di egocentrismo in meno. Una delle cose più belle del blogging è il flusso di notizie ed emozioni che si viene a creare quando si fa rete. La tua iniziativa né è un esempio. Possono nascere scambi e amicizie davvero interessanti. Per arrivare agli altri, che siano blogger o semplici viaggiatori devi chiederti “cosa vorrei leggere se cercassi un articolo su Timbuctu?”. Chiunque scriva ci mette un po’ di sé ed è bello conoscere il tuo interlocutore, ma se esageri, non è più un travel blog o perlomeno non è il travel blog che sceglierei io.

Quale luogo del Mondo ti ha maggiormente colpito e perchè?

L’Oriente in genere. Ad ogni viaggio mi ripropongo di sbirciare ad Ovest, ma alla fine il mappamondo gira sempre dallo stesso lato.

Me ne piacciono i colori, i profumi, le differenze culturali…

Il viaggio aereo più lungo su cui sei salita? Come hai fatto passare il tempo?

Forse quello per la Cina. Mi ricordo di un post in cui ironizzavo sulle innumerevoli riviste comprate, il tentativo di dialogare con il vicino di posto, il non avere chiuso occhio.

La verità è che a me prendere l’aereo piace un sacco. E’ come entrare in una dimensione parallela, dove in qualche modo sei obbligato a fermarti e aspettare, magari pensare.

Mi piacciono persino le schifezze e i mini gadgets a bordo, fai tu!

Con i duty free e le sale d’attesa in aeroporto non ho, invece, un buon rapporto.

Per un viaggio preferisci il mare, la montagna o la città?

Perché scegliere? Basta che scatti quell’euforia inconfondibile che i viaggiatori come me e come te conoscono bene.

Se dovessi preparare la valigia in pochi minuti che cosa metteresti?

Il mio kit di medicine. L’imprevisto arriva e può trasformare un bel viaggio. A volte basta un’aspirina, ma non è sempre così semplice reperirla.

Per il resto la mia macchina fotografica e null’altro. In qualche modo si fa…

Hai a disposizione solamente un weekend ed un budget abbastanza ridotto, dove andresti?

Resterei nella mia Sicilia, terra di una bellezza infinita e che non mi stanco mai di scoprire e raccontare.

Ed infine, raccontaci un po’ del tuo futuro: qual è il tuo prossimo viaggio o progetto in programma?

Sono appena tornata dal Vietnam e non ho nessuna prenotazione in attivo. E poi sono scaramantica, non te lo dico. E’ la scimmia dispettosa che è in me a parlare, che ci vuoi fare…

Grazie per aver partecipato alla mia rubrica!

Questa è Benedetta, se la vuoi seguire ecco i link del suoi blog e dei suoi canali social:

Sito Web – Instagram – Facebook – Twitter – Pinterest

barra_aereo_w8my07

Non dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *