Travel Interview Elena – Giorni Rubati

Travel Interview Elena

Oggi intervistiamo Elena, fondatrice del blog Giorni Rubati.

Travel Interview Giorni Rubati

Elena si descrive:

<< Sono appassionata di viaggi, naturalmente, e anche di arte, cultura in generale, ma alle volte ho bisogno di staccare da tutto e rifugiarmi nella natura. >>

Ma ora lasciamole la parola. Ecco a te Elena del blog Giorni Rubati.

Iniziamo: per prima cosa, raccontaci di te. Chi è Elena?

Ciao Cassandra e grazie per avermi ospitato sul tuo blog!  Chi è Elena? Me lo chiedo spesso anch’io!  Sono appassionata di viaggi, naturalmente, e anche di arte, cultura in generale, ma alle volte ho bisogno di staccare da tutto e rifugiarmi nella natura.

Sono un puzzle, forse!

E sono anche la mamma di due adorabili bambini che amo portare in giro con il mondo con me.

Erice
Erice – Photo Credit: Elena – Giorni Rubati

Com’è nato il blog Giorni Rubati?

Il mio blog è nato nel 2013.

Per tanti anni ho scritto per professione cose che non sentivo mie.

Avevo bisogno di una tela bianca in cui potessi liberarmi e dare spazio alle mie passioni.

Scrivere mi aiutava a mettere ordine e a fissare i ricordi nella mia mente. 

Poi mi sono accorta che i miei articoli piacevano e che potevano essere di utilità anche agli altri così è nato Giorni Rubati: mi piaceva l’idea di offrire piccole possibilità di fuga dalla routine, invitando i lettori a ritagliarsi momenti di scoperta e di avventura anche nel quotidiano. 

All’inizio il blog era un po’ in sordina, infatti non parlavo con nessuno di questa mia “stanza segreta”. Pian piano mi sono fatta forza e sono uscita allo scoperto e da allora Giorni Rubati è cresciuto, è cresciuto…tanto che adesso richiede le attenzioni di un figlio!

Quale canale social preferisci e perchè?

Guarda, qui lo dico e qui lo nego: io non amo i social. 

Tuttavia, ultimamente ne sto curando 3: Facebook, Flipboard e Pinterest.

Facebook mi permette di condividere nell’immediato le emozioni di un viaggio.

Flipboard non è un vero social invece e l’ho amato proprio per questo motivo. Questo “aggregatore di notizie” permette di fare una sorta di rassegna stampa personalizzata di quello che più ci piace. Naturalmente c’è la possibilità di commentare come negli altri, ma questa parte è ridotta al minimo. Mi piace quindi perché è molto concreto e si rivolge a un pubblico selezionato.

Per quanto riguarda Pinterest, per certi versi lo trovo simile a Flipboard, ma è più iconografico e di ispirazione.

Quali sono, secondo te, le 3 migliori qualità che un travel blogger dovrebbe possedere?

Saper scrivere bene; essere autentici; fare belle foto.

Quale luogo del Mondo ti ha maggiormente colpito e perché?

E’ una domanda difficile perché ogni luogo mi lascia qualcosa addosso… ho bellissimi ricordi di Tofo, in Mozambico: un paese sull’oceano non ancora sciupato dal turismo di massa;  ma anche della vastità dei deserti americani che ti fanno sentire un granello di sabbia nell’infinito. 

Tofo-Mozambico
Tofo, Mozambico – Photo Credit: Elena – Giorni Rubati

Il viaggio aereo più lungo su cui sei salita? Come hai fatto a passare il tempo?

Forse proprio quello verso il Mozambico: da Milano a Maputo con scalo ad Adis Abeba.

Ho guardato un film, se non ricordo male, ho letto un po’ e ho cercato di dormire. 

Per un viaggio preferisci il mare, la montagna o la città?

Non farmi questa domanda! Non ti so rispondere.. forse il mare (è il mio elemento), ma dipende dal momento 😉

Se dovessi preparare la valigia in pochi minuti che cosa metteresti?

A parte il vestiario, che va scelto in base alla destinazione, sicuramente mi porterei una pashmina, occhiali da sole, una borsa vuota, un paio di scarpe escursionistiche, una giacca impermeabile, un piccolo beauty case, medicinali ( sto invecchiando!), macchina fotografica, smartphone e accessori, documenti, soldi, e biglietti. 

Toodstools
Toodstools – Photo Credit: Elena – Giorni Rubati

Hai a disposizione solamente un weekend ed un budget abbastanza ridotto, dove andresti?

Valencia

Ed infine, raccontaci un po’ del tuo futuro: qual è il tuo prossimo viaggio o progetto in programma?

A breve partirò con la mia famiglia per la nostra prima crociera!  Sono di natura curiosa e voglio sperimentare anche questo stile di viaggio. 

Seychelles-la-digue
La Digue, Seychelles – Photo Credit: Elena – Giorni Rubati

Grazie per aver partecipato alla mia rubrica!

Questa è Elena, se la vuoi seguire ecco i link del suoi blog e dei suoi canali social:

Sito Web – Instagram – Facebook – Twitter – Pinterest

barra_aereo_w8my07

Non dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *