Travel Interview Eleonora – Foot On The Way

Oggi intervistiamo Eleonora, fondatrice del canale YouTube Foot On The Way.

Travel Interview Eleonora

Eleonora si descrive:

<< Sono Eleonora di Foot On The Way Travel Vlog. Vivo in Germania, ma sono siciliana. Prevalentemente il nosto blog/vlog si basa sui video e lo gestisco con mio marito, Gianmario. >>

Ma ora lasciamole la parola. Ecco a te Eleonora di Foot On The Way.

Iniziamo: per prima cosa, raccontaci di te. Chi è Eleonora?

Ciao, sono Eleonora di Foot On The Way Travel Vlog. Vivo in Germania, ma sono siciliana.

Prevalentemente il nosto blog/vlog si basa sui video e lo gestisco con mio marito, Gianmario, e, quindi il nostro canale tratta in particolare di viaggi di coppia.

Viviamo come “italiani all’estero“, quindi, c’è anche questo aspetto nel nostro canale YouTube. Viviamo un viaggio nel viaggio, la nostra avventura non si ferma alle vacanze o quando prenotiamo un aereo, ma l’integrazione in un paese straniero è una continua avventura.

Cerchiamo anche di raccontare quello che succede nel luogo in cui viviamo, che è la Germania.

Com’è nato il tuo canale YouTube Foot On The Way?

E’ nato nel 2012 quando ci siamo messi in gioco con le nostre passioni del viaggio e dei video.

Caricavamo dei video ogni tanto, avevamo acquistato il primo drone, la GoPro e a studiare un po’ su come approcciarsi a questo nuovo mondo che si stava creando.

I nostri video all’inizio erano semplicemente racconti senza la nostra presenza, mostravamo quello che andavamo a vedere. Poi, io ho cominciato a scrivere sul blog in modo molto spontaneo senza alcun obiettivo se non quello di divertirci e di far conoscere i nostri posti (in cui viviamo, che vediamo e quelli in cui siamo cresciuti).

Quale canale social preferisci e perché?

Penso che il più completo sia Facebook sia per un motivo di numeri perchè ti permette di avere visualizzazioni più velocemente sia perchè puoi caricare video, puoi scrivere, comunicare con le persone … 

Sicuramente, rispetto all’estero, Facebook in Italia è molto più attivo rispetto, per esempio, agli Stati Uniti o alla stessa Germania. 

Noi, interagendo con un pubblico italiano, abbiamo più riscontro immediato da questo social.

YouTube è per me il più bello perchè è un grande contenitore di immagini, di video ed, essendo i video la nostra passione principale, è diventato il nostro punto di riferimento costante. Lo utilizziamo anche per crescere: guardiamo altri video, cerchiamo le nuove tendenze della rete, interagiamo con gli altri ed, inoltre, apprendere le lingue (che sono molto importanti sia per viaggiare che per comunicare).

Con Instagram sono veramente negata, infatti lo gestisce Gianmario.

Siamo in due e ci completiamo molto perchè tutte e due montiamo i video, riprendiamo e, quindi, lavoriamo insieme. Non c’è uno che lavora più dell’altro e questo ci unisce molto come coppia.

Quali sono, secondo te, le 3 migliori qualità che un travel blogger dovrebbe possedere?

Innanzitutto, deve coinvolgere con la propria personalità perchè in fondo i video di viaggio si diversificano per le persone che li realizzano. Quindi, puntare sulla propria personalità è importante.

Cercare di collaborare con gli altri, secondo me è molto importante: dare attraverso le tue qualità un’occasione agli altri di potersi raccontare.

Terzo, cercare sempre di migliorarsi come qualità video perchè non si smette mai di crescere. Il travel vlogging non è limitarsi a fare quattro riprese e poi metterle insieme, ci vuole un pochino di qualità. Secondo me, però, non bisogna nemmeno fissarsi troppo sulla qualità nel senso che poi si perde di vista il fatto che è un divertimento e non necessariamente un travel vlogger deve essere un regista.

Quale luogo del Mondo ti ha maggiormente colpito e perché?

In realtà ho tanti ricordi sparsi perchè ogni viaggio dal quale torno mi sembra che sia stato più bello. I viaggi vanno sedimentati.

Sicuramente, mi ha ultimamente molto colpito il viaggio che abbiamo fatto in Cambogia perchè è un mondo completamente diverso e che non mi aspettavo. In particolar modo per la storia di questo Paese perchè è stato molto mortificato da avvenimenti storici brutali (come il genocidio degli khmer rossi) e tutto questo è ancora visibile e palpabile nelle usanze del popolo. Questo senso della storia così presente, mi ha colpito!

In Italia, invece, siamo da poco stati in Sardegna e l’abbiamo girata in un modo diverso dal solito: meno mare e più avventura. Penso che sia un posto meraviglioso che, in realtà, noi italiani non conosciamo affatto. Merita di essere scoperto ed attenzionato per la sua storia, per la sua natura e per le sue tradizioni e costumi. Da siciliana dico che la Sardegna mi ha rapita!

Il viaggio aereo più lungo su cui sei salita? Come hai fatto passare il tempo?

Sicuramente quello in Cambogia perchè siamo partiti da Amburgo, fatto scalo a Dubai, da Dubai poi siamo andati a Bangkok e da lì abbiamo preso un autobus. Diciamo che il tragitto dalla Thailandia alla Cambogia è lungo perchè non ci sono autostrade e lì ti muovi molto lentamente anche per fare pochi chilometri.

Ho passato il tempo dormendo perchè l’aereo mi terrorizza! Cerco di passare il tempo guardando film. Preferisco i cartoni animati quando sono in volo. Cerco di, poi, di leggere o di guardare una serie su Netflix.

Volevo dire una cosa a proposito di questa paura dell’aereo perchè molte persone si limitano a viaggiare (all’inzio lo facevo anche io!).

Cercate di affrontare la paura dell’aereo perchè, poi, là sopra passa. Anzi gli aerei più grossi sono quelli dove si sentono meno le turbolenze.

Provate e non vi fermate per questa paura!

Se dovessi preparare la valigia in pochi minuti che cosa metteresti?

Mi sono preparata a fare la valigia veramente in pochi minuti ed ormai metto l’indispensabile: cellulare, telecamera, felpe perchè sono freddolosa, matita per gli occhi ed un paio di scarpette da tennis.

Hai a disposizione solamente un weekend ed un budget abbastanza ridotto, dove andresti?

Penso Barcellona perchè è una città in cui ho vissuto per tanti anni ed è un posto che sento come casa mia. 

In alternativa, tornerei a casa in Sicilia.

Ed infine, raccontaci un po’ del tuo futuro: qual è il tuo prossimo viaggio o progetto in programma?

Il blog non è al centro della mia vita nel senso che è importante, ma io lavoro con i bambini; mi occupo di laboratori di cinema nelle scuole per l’apprendimento linguistico qui in Germania. Faccio, quindi, un altro lavoro sempre con i video, però più legato all’educazione. Questo voglio continuare a farlo perchè mi piace e lo trovo un lavoro eccezionale. 

Per quanto riguarda il blog spero di continuare a fare quello che abbiamo fatto fino ad adesso, sperando che crescano le persone che ci seguono e, soprattutto, continuare a lavorare come vlogger siciliani che raccontano anche di posti sconosciuti fuori dai normali itinerari turistici dell’entroterra e meno valorizzati.

Grazie per aver partecipato alla mia rubrica!

Questa è Eleonora, se la vuoi seguire ecco i link del suo blog e dei suoi canali social:

YouTubeSito Web – Facebook – Twitter – Instagram 

barra_aereo_w8my07

Non dimenticare di iscriverti alla newsletter e di mettere Mi Piace alla pagina Facebook di Viaggiando A Testa Alta per restare aggiornato su tutti i miei prossimi articoli e spostamenti.

Kiss Kiss,

Cassandra

#ViaggiandoATestaAlta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *